La Funivia di Lisbona

La Funivia di Lisbona

 

Telecabina do Parque das Nações Lisboa (Portugal)

La Funivia del Parco delle Nazioni è stata inaugurata nel marzo del 1998, durante l’Esposizione  Mondiale di Lisbona - Expo 98. Oggi giorno è uno dei punti d’obbligo nella visita turistica di questa zona di svago della città di Lisbona. È proprietà dell’impresa Telecabina Lisboa Lda, che ha tra le sue funzioni, lo sfruttamento e la manutenzione dell’impianto. Durante l’Expo del 1998 questa funivia è stata una delle grandi attrazioni, avendo fatto registrare un’enorme affluenza di passeggeri. 
L’impianto è fornito di 40 cabine con pannelli di vetro, ogni singola cabina può trasportare 8 passeggeri distribuiti su due sedili ed è dotata di una porta a chiusura automatica. Il percorso si svolge sull’estuario del fiume Tago a pochi metri dalla sponda, in un tracciato parallelo alla riva del fiume, e i due massicci pilastri poggiano all’intero del fiume. 
La stazione sud, è situata lungo il Passeio de Neptuno (dove si trova il macchinario per la trazione) e a nord, lungo il Passeio das Tágides, nei pressi della Torre Vasco da Gama (dove si trova il sistema della tensione delle funi e gli uffici dell’impresa) Le torri sono di costruzione metallica ed hanno un impatto visivo ridotto. Le entrate e le uscite per i passeggeri sono all’altezza del suolo, ricoperto da un pavimento di legno.  Mentre la strumentazione elettromeccanica è installata al piano superiore, appoggiata su delle strutture metalliche. Tutto l’impianto: le stazioni, le cabine e i pilastri, è di color bianco e azzurro, in modo da creare un bel contrasto con l’intenso azzurro del cielo e il verde delle acque del fiume.
Il viaggio dura dagli 8 ai 12 minuti, e percorre un tragitto bello e rilassante di 1.230 m. sul fiume Tago, da dove si può ammirare, a 30 metri d’altezza, uno strabiliante panorama del Parco delle Nazioni. Si può inoltre vedere da vicino l’Oceanarium, la Doca dos Olivais, il Padiglione del Portogallo con la sua tettoia, il Padiglione Atlantico, il Padiglione della FIL e da lontano l’intero Parco delle Nazioni, con la stazione d’Oriente, le Torri di San Gabriel e San Rafael, la Torre Vasco da Gama e non ultimo il ponte Vasco da Gama.

La Funivia del Parco delle Nazioni è stata inaugurata nel marzo del 1998, durante l’Esposizione  Mondiale di Lisbona - Expo 98. Oggi giorno è uno dei punti d’obbligo nella visita turistica di questa zona di svago della città di Lisbona. È proprietà dell’impresa Telecabina Lisboa Lda, che ha tra le sue funzioni, lo sfruttamento e la manutenzione dell’impianto. Durante l’Expo del 1998 questa funivia è stata una delle grandi attrazioni, avendo fatto registrare un’enorme affluenza di passeggeri. 

L’impianto è fornito di 40 cabine con pannelli di vetro, ogni singola cabina può trasportare 8 passeggeri distribuiti su due sedili ed è dotata di una porta a chiusura automatica. Il percorso si svolge sull’estuario del fiume Tago a pochi metri dalla sponda, in un tracciato parallelo alla riva del fiume, e i due massicci pilastri poggiano all’intero del fiume. 

La stazione sud, è situata lungo il Passeio de Neptuno (dove si trova il macchinario per la trazione) e a nord, lungo il Passeio das Tágides, nei pressi della Torre Vasco da Gama (dove si trova il sistema della tensione delle funi e gli uffici dell’impresa) Le torri sono di costruzione metallica ed hanno un impatto visivo ridotto. Le entrate e le uscite per i passeggeri sono all’altezza del suolo, ricoperto da un pavimento di legno.  Mentre la strumentazione elettromeccanica è installata al piano superiore, appoggiata su delle strutture metalliche. Tutto l’impianto: le stazioni, le cabine e i pilastri, è di color bianco e azzurro, in modo da creare un bel contrasto con l’intenso azzurro del cielo e il verde delle acque del fiume.

Il viaggio dura dagli 8 ai 12 minuti, e percorre un tragitto bello e rilassante di 1.230 m. sul fiume Tago, da dove si può ammirare, a 30 metri d’altezza, uno strabiliante panorama del Parco delle Nazioni. Si può inoltre vedere da vicino l’Oceanarium, la Doca dos Olivais, il Padiglione del Portogallo con la sua tettoia, il Padiglione Atlantico, il Padiglione della FIL e da lontano l’intero Parco delle Nazioni, con la stazione d’Oriente, le Torri di San Gabriel e San Rafael, la Torre Vasco da Gama e non ultimo il ponte Vasco da Gama.